Nella vallata, a  Santo Janni, tracce archeologiche indiziano un insediamento di età tardoantica.

Resti della cinta muraria di incerta età medievale, con torri munite di balestriere e merli, sono incorporate nel tessuto abitativo moderno; una porta con caditoia controlla l’accesso da nord alla rupe di S. Nicola. Chiese a cappelle sono state tutte largamente restaurate in anni recenti; la chiesa madre intitolata all’Assunta si segnala  per il grazioso slargo che la precede, con archi e vista panoramica sulla valle del Calore. Il centro storico, tutto scale, viuzze ed erti gradini, presenta scorci interessanti, alcuni bei portali in pietra e una meridiana settecentesca, graziosa anche se mal tarata.

Felitto: resti della cintamuraria
Felitto: porta che controlla l'accesso alla rupe di S. Nicola
Felitto: slargo con archi e vista panoramica
Felitto: slargo, particolare

 

 

Felitto: portale in pietra di una dimora nobiliare
Felitto: particolare del portale
Felitto: meridiana settecentesca